fbpx
Vai al contenuto

Panasonic presenta il Toughbook 40

  • di

Nel mondo dei laptop, i Toughbook di Panasonic occupano un posto particolare: sono infatti realizzati con materiali e attenzioni costruttive che li rendono robusti e capaci di resistere a condizioni che farebbero gettare la spugna ai portatili tradizionali.

La famiglia Toughbook si arricchisce ora di un nuovo modello, il Toughbook 40, un modello da 14 pollici e dotato di un’interessante modularità.

È stato infatti progettato per poter essere aggiornato con semplicità: pertanto, non solo offre un facile accesso a batteria, RAM, tastiera e memoria interna (hard disk o SSD), ma presenta anche quattro “aree di espansione” per collegarvi i vari moduli disponibili, dall’unità ottica al lettore di impronte digitali e codici a barre, passando per batterie supplementari e altro ancora.

In totale, secondo Panasonic, esistono 6.048 configurazioni diverse che si possono realizzare grazie alla modularità del Toughbook 40, che si può modificare semplicemente servendosi semplicemente di un cacciavite e, in qualche caso, agendo su una leva.

Più leggero del modello che va a sostituire (il Toughbook 31 da 13,1 pollici, che pesava quasi 4 kg), il Toughbook 40 non è comunque certo un ultraportatile. Pesa oltre 3 kg, ma compensa la ridotta maneggevolezza con la capacità di resistere agli urti: Panasonic afferma che possa cadere da un’altezza di 1,8 metri senza subire danni.

Le specifiche comprendono uno schermo con risoluzione di 1920×1080 pixel e una luminosità di 1.200 nit , mentre la batteria offre un’autonomia di 18 ore (che si possono raddoppiare aggiungendo una seconda batteria tramite i sistemi di espansione già citati).

All’interno troviamo un processore Intel Core i7-1185G7 con grafica integrata Xe Integrate graphics, ma in futuro dovrebbe debuttare un modello di chip grafico discreto; per quanto riguarda la memoria interna sono disponibili soluzioni che offrono fino a 2 Tbyte di spazio, mentre la RAM può arrivare a 64 Gbyte.

Vi sono poi una webcam con sensore da 5 megapixel, un touchpad (più grande del 60% rispetto a quello che equipaggiava il modello precedente) che può essere usato anche con i guanti e sotto la pioggia, e la possibilità di dotare il portatile di connettività 4G o 5G.

Il Toughbook 40 è certificato IP-66 per quanto riguarda la resistenza all’acqua e alla polvere, e rispetta gli standard militari MIL-STD-810H e MIL-STD-461H.

Tutte queste caratteristiche non sono però certo disponibili a prezzo di saldo: il modello base sarà infatti in vendita nelle prossime settimane a 4.899 dollari (oltre 4.500 euro).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.