Come si gioca a Roblox

  • di

Non c’è dubbio che Roblox stia diventando un fenomeno sempre più importante, soprattutto dopo aver conquistato le prime pagine di tutto il mondo grazie al prorompente ingresso in borsa. Ma se non si è teenager o appassionati di videogame-esperienze alternative allora l’esistenza e il funzionamento di questo particolare mondo possono risultare totalmente alieni. Che cos’è e come si gioca a Roblox? E perché sta diventando una miniera d’oro?

Si considera Roblox stesso un gioco, anche se in realtà è meglio definirlo come una sorta di spazio online che ospita un’infinità di altri giochi. A differenza di store digitali come Steam, però, non è un semplice portale-negozio quanto una vera e propria piattaforma che facilita una socializzazione sicura tra utenti e che permette di creare il proprio universo, determinare chi può entrarci e cosa può fare.

I giochi presenti su Roblox sono sviluppati dagli utenti stessi e al momento se ne contano oltre 20 milioni. Un numero immenso, reso possibile dal fatto che chiunque, anche un ragazzino a digiuno di nozioni informatiche, può accedere a strumenti semplificati per dare vita alle proprie idee e creare il proprio gioco. E per giocare non è necessario pagare niente.

E allora come è possibile che Roblox si sia quotata in borsa con una valutazione di ben 45,2 miliardi di dollari, ben più di un colosso dell’esperienza di Electronic Arts? I giochi sono gratuiti, ma così come con Fortnite e similari tutto ciò che è extra, dalle personalizzazioni cosmetiche a oggetti speciali, si compra con la valuta in-game chiamata sempre Robux. Una moneta digitale che può essere poi convertita in denaro reale.

Come creare giochi su Roblox

(Foto: Roblox)

Il primo passaggio è iscriversi gratis da pc Windows o Mac, da iPhone o Android e da Xbox e creare il proprio personaggio-avatar (che ricordano minifigure Lego), come in un normale gioco mmo. Si avrà a disposizione un proprio spazio completamente personalizzabile tramite una cassetta degli attrezzi virtuale chiamata Roblox Studio che sfrutta un semplice e intuitivo linguaggio di programmazione chiamato Lua Script.

La forza di Roblox sta proprio in questa piattaforma di immaginazione che trasforma le idee in qualcosa di digitalmente concreto, anche senza conoscere a fondo l’informatica. Si potranno creare mondi tridimensionali e immersivi e determinare dinamiche e regole di gioco. Si possono allestire pass di gioco ovvero contenuti extra acquistabili con la moneta digitale Robux per abilità aggiuntive oppure modifiche cosmetiche. Qualcosa di non strettamente necessario per il gioco, ma che appassiona i gamer e fa le fortune degli sviluppatori, come con tutti i giochi free-to-play moderni.

Se il gioco diventa popolare si può scalare e ampliare favorendo un multiplayer più esteso. E il creatore può convertire – o meglio scambiare – i Robux in moneta sonante tramite il sistema interno chiamato developer exchange (DevEx); va da sé che Roblux mantiene una percentuale delle transazioni. In questo momento, per 4,99 euro si possono comprare 400 Robux fino al pacchetto da 10.000 Robux a 99,99 euro; il costo di accessori o extra parte da meno di 100 Robux a salire anche a svariate migliaia per i più rari o particolari.

Uno dei giochi più popolari, con ben 1.6 milioni di utenti, è Adopt Me! che non è altro che una variante del Tamagotchi. Ma si possono trovare sparatutto in prima persona, avventure a piattaforma o semplici esperienze per visitare mondi creati ad hoc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *