fbpx
Vai al contenuto

Apple lancia macOS Ventura

  • di

 Il “supporto eterno” non esiste: a un certo punto qualunque dispositivo cessa di ricevere aggiornamenti e entra in uno stato in cui è ancora utilizzabile ma, inevitabilmente, si avvia verso l’obsolescenza.

Nel caso dei Mac, in cui hardware e sistema operativo costituiscono quasi un tutt’uno, il supporto è sempre stato comunque generoso, arrivando a durare anche una decina d’anni: per esempio, un MacBook Pro del 2012 può ancora essere aggiornato a macOS 10.15 Catalina, che è tuttora supportato (anche se, ovviamente, non lo sarà indefinitamente, soprattutto ora che è uscito macOS 13).

Con la presentazione di macOS 13 Ventura, che è stato presentato all’ultima Worldwide Developers Conference, Apple ha però deciso di rendere rendere molto più ristretto il supporto rispetto a quanto garantito da macOS 12 Monterey, sostanzialmente escludendo tutti i Mac precedenti al 2017.

Un’occhiata alla lista dei modelli compatibili con la nuova versione del sistema operativo mostra una chiara intenzione da parte di Apple di chiudere definitivamente l’era dei Mac con processori Intel, che sono i modelli maggiormente colpiti dalla mancanza di supporto in macOS 13.

La lista dei Mac compatibili con Ventura comprende infatti i modelli: iMac/iMac Pro 2017 e successivi;
MacBook Air 2018 e successivi;
MacBook Pro 2017 e successivi;
Mac Pro 2019 e successivi;
Mac mini 2018 e successivi;
MacBook 2017 e successivi;
Mac Studio 2022 e successivi;

In generale, l’impressione è che il ritmo con cui i Mac più vecchi vengono abbandonati stia accelerando almeno sin dall’introduzione di macOS 11: Apple pare ritenere che i propri utenti debbano sostituire il computer quasi con la stessa frequenza con cui sostituiscono lo smartphone.

Ad addolcire un po’ la pillola c’è il fatto che i Mac relativamente recenti ma che non possono installare Ventura dovrebbero comunque ricevere supporto (posto che possano montare macOS 11 Big Sur o macOS 12 Monterey) ancora per un paio d’anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.